I.C. "Tattoli - De Gasperi": Una festa colorata di libri per salutare l'ultimo giorno di scuola

di Francesco Catalano

I.C. "Tattoli - De Gasperi": Una festa colorata di libri per salutare l'ultimo giorno di scuola

Corato Attualità

letto: 231 volte 13 giugno 2019 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


È stato proprio così, l'11 giugno scorso, l'ultimo giorno scolastico per i bambini dell'Istituto Comprensivo "Tattoli -De Gasperi", all'insegna dei libri e della lettura, per sottolineare l'importanza di essere insieme: dalla Scuola dell'Infanzia Polivalente alla Scuola Primaria di Via Gravina e del Tattoli, dai bimbi di tre anni ai più grandi di quinta.

In un susseguirsi di momenti che hanno visto tutti protagonisti, infatti, si è svolta (nata come momento conclusivo del progetto "La mia scuola ha un tetto a forma di libro") l'ormai consueta Festa del libro, in una edizione dal taglio inclusivo dall'ampio tema "IO TU NOI".

Tanti gli argomenti affrontati: dalla diversità ai Diritti, dalla creatività all'arte, dalla narrativa alla matematica e alle scienze, dalla bellezza della Natura alla bellezza dell'amicizia.

Tanti i meravigliosi messaggi che sono stati portati all'attenzione di tutti i presenti, attraverso letture di storie, Reading collettivi di frasi, canti, danze, proiezioni di video e tanto altro ancora.

Le tematiche sviluppate hanno raggiunto la loro realizzazione più bella negli splendidi libri fatti a mano: libri materici, tattili, multistrati, libri pop-up, libri a fisarmonica, a ventaglio, libri labirinto, libri con fori, flap, lapbook, digitali, rilegati, assemblati, grandi, piccoli, di ogni forma e colore messi in mostra presso gli stand di ogni interclasse e di ogni sezione. Tutti bellissimi, perché i libri si leggono si sfogliano e, con risultati sorprendenti, in termini di gratificazione, si creano anche. Realizzare un libro in gruppo o individualmente permette di avere una parte costruttiva e diretta nella formazione del proprio percorso scolastico, anche come compito di realtà o per dimostrare una competenza raggiunta, ma anche per ribadire di essere appassionati lettori innamorati di tutte le opportunità che la lettura offre.

Durante la festa, il Preside, professor Francesco Catalano, insieme alle referenti del progetto, le insegnanti A. Di Gravina e B. Panisco, ha premiato con le medaglie i quattro alunni della Scuola Primaria che hanno partecipato alla Semifinale dei Giochi Matematici del Mediterraneo (GMM), che si è tenuta a Barletta: Manzi Vito, Diasparra Giorgia, Carnicella Simona e Episcopo Giuseppe Samuel; e le due alunne di quarta che hanno avuto il miglior punteggio nella scuola per il Campionato Junior della Bocconi:Isabel Pansini e Veronica Gataleta.

Ha ricevuto un premio dalla referente del progetto Biblioteca, l'insegnante Giusy Lops, anche il bambino, Gianmarco Grassi che si è meritato il titolo di LETTORE DELL'ANNO, per non aver mai perso un solo appuntamento nella Biblioteca scolastica, durante le attività programmate a favore della lettura.

La densa mattinata ricca di emozioni si è svolta nel cortile della scuola Tattoli ed è stata realizzata grazie ad una sinergia di collaborazioni: tutti gli insegnanti dei due segmenti coinvolti, i quali con abnegazione hanno guidato, motivato e preparato gli alunni, organizzando e allestendo anche gli spazi espositivi, l'insegnante G. Bulzis che ha coordinando l'impianto audio e la vicaria della Primaria, l'insegnante M.P. Grammatica che ha coadiuvato tutte le attività per il raggiungimento dell'obiettivo finale; i preziosi ed insostituibili collaboratori scolastici che hanno montato, smontato, trasportato sedie, tavoli e ogni altro occorrente, il puntuale personale Ata e alcuni attenti sponsor.

Grazie all'Amministrazione Comunale per aver messo a disposizione ombrelloni e sedie.

Grazie come sempre ai genitori che sostengono e promuovono queste esperienze, dal presidente del Consiglio di Istituto Cannillo, a Giancarlo Lotito e al mitico nonno Angelo.

E un grazie speciale va a tutti i colleghi della scuola primaria e dell’infanzia per l’interesse e la partecipazione a questo appuntamento, dove la scuola si racconta a tutte le famiglie e al suo territorio; infine un grazie va al nostro Dirigente Scolastico, che ha sempre creduto in questo progetto d'Istituto, sostenendolo per il bene dei bambini, a cui principalmente si rivolge, e perché è riuscito con determinazione a renderlo un appuntamento importante per tutta la comunità scolastica.

Raffaella Leone

(referente di progetto)