Il Fornelli riparte con il PEDIBUS !

di Scuola Primaria e Infanzia Fornelli

Il Fornelli riparte con il PEDIBUS !

Corato Attualità

letto: 1712 volte 28 settembre 2020 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


28 settembre 2020, ore 8,15

La campanella della scuola Fornelli suona preceduta dalle note dell’inno di Mameli, magistralmente suonate dal maestro De Palma Domenico sul balcone principale dell’edificio Fornelli.

In strada, lungo i marciapiedi, sulle mattonelle trasformate in grandi coriandoli colorati, tanti piedini attendono il via all’ingresso della scuola, quella scuola che avevano abbandonato, senza neppure saperlo, il 5 marzo dello scorso anno scolastico. Un’aria festosa avvolge alunni, docenti, genitori, se pur distanti……. Si riparte!!!

Una classe si avvia all’ingresso, le altre attendono sospese nell’attesa di entrare, di rivedere i lunghi corridoi finora silenziosi e le aule a lungo deserte.

Passano i minuti, i marciapiedi si fanno silenziosi, la musica riecheggia ancora dal balcone ed ecco in lontananza una lunga fila fluo, arancione …………….., visetti sorridenti, zaini in spalla, mani aggrappate ad una fune. Sono gli alunni delle classi IV Sezz.D-E-F-G, i precursori di una sperimentazione urbana: il PEDIBUS.

Il Progetto Pedibus del II Circolo Didattico “Fornelli” di Corato è un progetto partecipato, teso a limitare le criticità relative agli assembramenti per un rientro a scuola sereno e sicuro nel rispetto delle norme vigenti in materia di prevenzione, di contagio e distanziamento nella circostanza dell’emergenza sanitaria del Covid 19.

E’ nato dalla volontà di un comitato promotore ,presieduto dal D.S. Prof.ssa Rosella Lotito e dal D.S.G.A. Dott.ssa Angela Quinto con la collaborazione dell’Ins. Rosito Lucia e del Presidente del Consiglio di Circolo Sig. Francesco Morgese , e si è avvalso di riferimenti professionali, esperti in materia di mobilità sostenibile che si sono prodigati nella stesura della parte tecnica del progetto, nella persona dell’Arch. Giuseppe Dell’Aquila, coadiuvato dall’Ing. Mario Carlone (entrambi genitori di alunni frequentanti il circolo didattico e membri del Consiglio di Circolo). Sin dal suo nascere il progetto ha trovato consenso favorevole da parte dell’Amministrazione Comunale e dal Comando di Polizia Urbana nella persona del Dott. Giuseppe Loiodice che ha seguito personalmente tutte le fasi di attuazione.

Il Pedibus agevola nel bambino l’apprendimento delle regole comportamentali della strada, del rispetto reciproco e gli conferisce nel tempo sicurezza ed autonomia, e rientra nelle indicazioni ministeriali di Educazione Civica, disciplina inserita a pieno titolo tra le materie di insegnamento obbligatorie nelle scuole di ogni ordine e grado.

Sviluppa il concetto di “comunità”: il Pedibus, infatti, rafforza l’interazione con l’associazionismo che viene coinvolto, il personale docente e ATA, le famiglie, i servizi sociali, i volontari nel ruolo di organizzatori ed accompagnatori che con la scuola diventano tutti insieme il motore di educazione civica e di insegnamento delle regole del vivere comune. Si viene così a creare una “rete di comunità”.

Inoltre i bambini con l’esperienza PEDIBUS percepiscono ciò che è bello e ciò che non va della loro città, ne capiscono i problemi e le criticità, (il verde urbano, i rifiuti, la sicurezza, la pulizia delle strade…). Affrontano così temi che riguardano l’ecologia urbana e il rispetto dei beni comuni. Al tempo stesso la città deve confrontarsi con gli spazi a misura di bambino e delle famiglie per consentire loro una vivibilità sostenibile.

Il Pedibus, quindi, promuove uno stile di vita che prevede la buona abitudine a camminare e a muoversi nella realtà di paese, come spazio riconosciuto e sicuro, disincentivando il traffico di automobili, il conseguente inquinamento, per migliorare la qualità dell’aria nelle zone ad alta utenza scolastica, particolarmente negli orari di entrata e uscita degli alunni.

Oggi tutto questo si è concretizzato con la gioiosa partenza dei piccoli partecipanti da piazza Don Ciccio Tattoli, luogo di raccolta su spazi delimitati: un sole, una nuvola, una chiocciola e la scuola!

Un ringraziamento particolare è rivolto a tutti i genitori degli alunni delle classi IV D/E/F/G che hanno creduto ed aderito al progetto, al corpo docente impegnato nella sua realizzazione, alla fattiva collaborazione del personale Ata, alla Polizia Urbana e ai Servizi Sociali del Comune di Corato per la programmazione del servizio di accompagnamento.

Un sentito grazie allo sponsor CORGOM S.R.L. retrading & recycling sensibile alle tematiche ambientali e alla crescita culturale del territorio.

Il nuovo anno scolastico ora può cominciare……!!!!!

Segue galleria fotografica


Immagini