Erasmus + Continuano le avventure dei cavalieri dell'I. C. "Imbriani Piccarreta"

di Giulia De Caro

Erasmus + Continuano le avventure dei cavalieri dell'I. C. "Imbriani Piccarreta"

Corato Attualità

letto: 297 volte 16 aprile 2019 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


Finalmente il gran giorno è arrivato!!! Si parte per la Polonia ! A Varsavia gli amici polacchi del progetto Erasmus+“I giovani cavalieri della tavola rotonda europea” sono pronti ad ospitare per una settimana nelle loro case gli studenti dell’Istituto comprensivo “S.M.Imbriani L. Piccarreta” di Corato. Il 26 marzo 6 alunni di 3° media (Giulia Savino, Leonardo Diaferia, Diego Rosito, Michele Cantatore, Daniele Mangano e Luigi Marco e, i migliori classificati al test Cambridge loro somministrato) accompagnati da 3 docenti, sono finalmente volati in Polonia. La settimana organizzata dalla scuola polacca ospitante ha visto impegnati quotidianamente sia docenti che alunni in molte attività: workshops culinari , lezioni in inglese per gli alunni polacchi riguardanti tematiche relative ad aspetti linguistico/culturali dell’Italia. Dopo una calorosa accoglienza con uno spettacolo preparato dagli alunni polacchi per dare il benvenuto a tutte le delegazioni non solo provenienti dall’Italia ma anche da Portogallo e Lettonia, la dirigente scolastica della scuola ha subito dato il via ai lavori programmati da tempo per tutta la settimana.

Rimarchevole è stato il grado di socializzazione tra gli alunni italiani e dei loro genitori con i loro corrispondenti polacchi già prima di mettere piede sul suolo polacco. Il continuo contatto giornaliero tra le famiglie italiane e polacche ha fatto sì che nascessero delle amicizie che vanno ben al di là di quello che si possa prevedere in uno scambio scolastico. Al riguardo ecco cosa hanno detto alcuni genitori ed alcuni alunni coinvolti nell’iniziativa: DANIELE: “è un ‘esperienza fantastica ed indimenticabile, in quanto una volta tornato non sei più lo stesso perché una parte di te rimarrà per sempre lì, con i tuoi nuovi amici e con quella che per un breve periodo è stata la tua nuova casa…” DIEGO:”Tutti ci hanno accolto con entusiasmo ed io ho socializzato facilmente con tutti;questa esperienza mi ha anche un po’ cambiato…prima davo tutto per scontato :mamma che mi sveglia la mattina, mi sistema lo zaino, ora sono consapevole di essere riuscito a vivere una settimana autogestendomi e quindi posso ora continuare a farlo a casa mia…vorrei dire grazie al progetto Erasmus+ per avermi fatto vivere un’esperienza che non dimenticherò mai per il resto della mia vita”; MICHELE: “ l’Erasmus+ è stata un’esperienza unica in cui ho provato tante emozioni: gioia ed incredulità per essere riuscito a conquistarmi con lo studio questa opportunità, paura per il primo volo in aereo da affrontare,insicurezza al pensiero di essere lontanissimo da casa così a lungo. Ma appena giunto a Varsavia tutto è diventato soltanto entusiasmo ed adrenalina grazie anche ad una meravigliosa famiglia che mi ha ospitato” . La parola ai genitori:” L’esperienza vissuta da nostro figlio in Polonia grazie all’Erasmus + rappresenta sicuramente un’importante occasione di crescita” ; “E’ stata un’esperienza fantastica che ha arricchito il bagaglio culturale di nostro figlio, permettendogli di confrontarsi con ragazzi di provenienza e culture diverse” “ E’ stato un viaggio speciale e sorprendente!, vissuto pienamente anche da noi genitori e che rivivremmo altre mille volte! Ringraziamo vivamente l’Istituto Comprensivo “S.M.Imbriani –L.Piccarreta” per aver offerto ai suoi alunni un’opportunità formativa davvero unica”

L’avventura è terminata sabato 30 marzo con il saluto in aeroporto ai genitori e agli alunni polacchi oltre che ai docenti che per tutta la settimana si sono prodigati per garantire una permanenza quanto più possibile tranquilla, soddisfacente per tutte le delegazioni presenti. Il pensiero però è già rivolto alla prossima avventura che vedrà gli alunni dell’I.C.S.M.Imbriani-L.Piccarreta volare alla volta della Lettonia nel mese di Ottobre di quest’anno.

La dirigente scolastica, Grazia Maldera, ha così commentato:” E’ anche grazie a questi progetti che i nostri alunni possono diventare veri cittadini europei, ampliando i loro orizzonti e conoscendo nuove culture.”


Immagini