Alunne del Liceo Artistico di Corato sul podio del Concorso Nazionale “DESIGN LOCI CONTEST”

di anna acquafredda

Alunne del Liceo Artistico di Corato sul podio del Concorso Nazionale “DESIGN LOCI CONTEST”

Guardiagrele Cronaca

letto: 9 volte 8 ottobre 2018 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


L’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese di Guardiagrele, in provincia di Chieti, in collaborazione con l’Università Europea del Design di Pescara, ha conferito il terzo premio del concorso nazionale “DesignLoci Contest” al progetto-manufatto “Stella di Puglia” delle Alunne del Liceo Artistico “Federico II stupor mundi “ di Corato Giorgia De Feudis, Gaia Lotito, Sonia Marasciuolo del terzo anno dell’Indirizzo Design Legno.

A decretarlo la Giuria presieduta dall’arch. Matteo Pirola e composta da un rappresentante dell’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese, dal Direttore dell’Università Europea del Design di Pescara, da Esperti del settore con la seguente motivazione: “Per essersi abilmente confrontati con una forma molto complessa ed averla gestita correttamente sia in fase di progettazione che di prototipazione, ottenendo un prodotto versatile seppur complesso nel suo linguaggio”.

L’ opera, con le sue tavole progettuali, è stata esposta presso il Palazzo dell’Artigianato a Guardiagrele dal 1° al 26 agosto 2018 per la 48ª Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese.

Le Alunne hanno avuto modo di osservare le soluzioni proposte da Artigiani, Progettisti del settore (Designer, Architetti, Ingegneri) e Studenti di altri Licei Artistici, di Accademie, di Scuole di Design, di Facoltà di Architettura e di Ingegneria.

Il loro lavoro è stato infatti esposto insieme a più di altri cento manufatti, di Artigiani e di Designer, dislocati nelle quindici sale espositive del Palazzo di Guardiagrele.

Il Concorso è stato quindi un’occasione che ha consentito alle Alunne di misurarsi con Professionisti del Design e dell’Alto Artigianato Artistico italiano e anche di mostrare le competenze e le abilità acquisite ai numerosi visitatori provenienti da 38 nazioni diverse e da 370 comuni italiani.

Il prototipo presentato, in cartone rifinito con sabbia, è in linea con l’obiettivo del Concorso, volto ad accentrare l’attenzione sul design e sulle sue possibilità di delineare un nuovo paradigma progettuale per l’Alto Artigianato utilizzando ed esaltando le tecniche di quest’ultimo: l’oggetto realizzato nasce dallo studio e dalla interpretazione del “Poliedro regolare”- forma capace di esprimere concetti matematici, geometrici, esoterici e astronomici - divenendo contemporaneamente Centrotavola, Porta-fiori, Antipastiera, Lampada e proponendosi atto ad una molteplicità di utilizzazioni.

L’impiego della forma stellata, con tutte le sue piramidi di diversa dimensione, esalta l’indispensabile lavoro artigianale necessario, con l’uso manuale dello scalpello, per fabbricare soprattutto la conclusione di ogni elemento; d’altra parte tecniche e materiali locali (legno di olivo per la base e ceramica smaltata per l’elemento centrale) si fondono per esaltare l’appartenenza al Territorio proponendo al contempo una reinterpretazione delle sue secolari tradizioni formali e simboliche.

L’oggetto di Design è il frutto di un lavoro interdisciplinare, monitorato dal Dirigente Scolastico Sabino Gallo, che ha coinvolto sia i Docenti dell’Indirizzo Design Legno, professori A. Acquafredda e G. DI Zanni, che il Docente di Design Ceramica, professoressa D. Di Bisceglie, e il Docente di Figurativo, professore P. De Santoli.


Immagini