La giornata internazionale delle persone con disabilità 2020 all’ “Oriani-Tandoi” di Corato

di IISS ORIANI TANDOI

La giornata internazionale delle persone con disabilità 2020 all’ “Oriani-Tandoi” di Corato

CORATO Attualità

letto: 692 volte 3 dicembre 2020 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


3 dicembre 2020. La più speciale delle ricorrenze internazionali istituite dall’ONU ricade quest’anno in un periodo in cui l’urgenza della difesa dei diritti delle persone con disabilità e, nel caso delle istituzioni scolastiche, della sensibilizzazione della comunità sui diritti degli studenti “speciali” si palesa più pressante e necessaria.

In un anno in cui la didattica a distanza appare l’unica alternativa possibile per proteggere la salute di tutti, il diritto all’istruzione dei più deboli rischia di essere stricto sensu minato nella sua essenza e ancor più marcatamente nelle sue ricadute inclusive che al momento, in una classe vuota e priva di compagni e relazioni reali ma presenti solo attraverso uno schermo, vengono del tutto annullate. Eppure, proprio in un frangente così critico la scuola mette in campo tutte le sue energie e strategie affinché nessuno rimanga indietro.

Allora celebrare oggi, seppur in modalità remota, questa giornata all’istituto “Oriani-Tandoi”, che fa dell’accoglienza e del lavoro per l’inclusione di tutti i suoi alunni la missione quotidiana di tutta la comunità scolastica, ha una valenza più che mai significativa.

Stamattina, all’interno di ogni classe virtuale, saranno tantissime le iniziative che si alterneranno: creazione di video dedicati alla giornata quali “Stelle speciali” realizzato dagli alunni del liceo e “Stelle tra di noi” della 3D dell’indirizzo sala; realizzazione del progetto interdisciplinare “Arte senza barriere” nella 2F dell’indirizzo enogastronomico; visione di cortometraggi sul tema della disabilità come ‘Nobody is normal’ che stamattina verrà proiettato nelle classi del liceo; realizzazione di e-book digitali dal titolo “Se mi etichetti, mi annulli” a cura della 2H, “Venere speciale” della 3H,” La parola giusta” della 3I “Mosaic ability” della 1H dell’indirizzo socio-sanitario; dibattito sugli obiettivi dell’Agenda 2030 che si fonda sul principio “nessuno sia lasciato indietro”; produzione di testi poetici e narrativi nell’ambito del progetto “Perle di scrittura inclusiva”della 5E dell’indirizzo sala/ricevimento; produzione di un elaborato grafico sui temi dell’”Inclusione ai tempi del Coronavirus” realizzato dalla 3I dell’indirizzo socio-sanitario;

Un caleidoscopio di attività unite dal filo conduttore del far risuonare, anche in questo momento di maggiore distanza, una voce, un inno alla didattica che, se non si arrende a nuove sfide, vuole comunque tornare a formare persone in un cosmo di socialità inclusiva, rispetto e umano interesse per l’altro.


Immagini