"Celiachia, dalla diagnosi allo star insieme a tavola", il convegno all'Ipc "Oriani-Tandoi"

di IISS ORIANI TANDOI

"Celiachia, dalla diagnosi allo star insieme a tavola", il convegno all'Ipc "Oriani-Tandoi"

Corato Attualità

letto: 232 volte 11 marzo 2019 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


Interessante incontro, nei giorni scorsi, nell'Aula magna dell'istituto professionale coratino ad indirizzo enogastronomico

Corato, 5 Marzo 2019 – Una scuola che si voglia definire moderna non solo interagisce col territorio di riferimento, secondo un mutuo scambio di eccellenze, ma coniuga anche le discipline insegnate con un'ipotesi di benessere da raggiungere. È quanto accade quotidianamente all'Istituto professionale "Oriani-Tandoi", guidato dalla dirigente prof.ssa Angela Adduci. Nei giorni scorsi, poi, presso l'aula magna del plesso di via Andria, si è tenuto un importante dibattito dal titolo "Celiachia, dalla diagnosi allo star insieme a tavola", al fine di "sensibilizzare quelli che saranno i nuovi professionisti del settore alimentare nella ristorazione sul tema. Gli stessi, così formati, avranno il compito di guidare il consumatore attraverso nuovi scenari di una cucina in continua evoluzione, come quella per celiaci, ricca e completa nella sua gamma di prodotti gluten- free", ha sottolineato la professoressa Elena Giancippoli, organizzatrice dell’evento insieme alla collega Daniela Ubaldo, docenti dell’indirizzo enogastronomico. Durante l’incontro, il Presidente AIC Puglia - Associazione Italiana Celiachia, Michele Calabrese, ha prestato la sua disponibilità e le risorse necessarie per rendere possibile la realizzazione dell’evento. La dott.ssa Stefania Castellaneta, dirigente medico U.O. Pediatria- Ospedale San Paolo di Bari, ha spiegato con dovizia di particolari il percorso che conduce alla diagnosi della malattia celiaca, le caratteristiche della patologia, l’agente causale (il glutine) fino a giungere alla cura, la cui terapia, ad oggi l’unica possibile, si basa su una dieta priva di glutine. Last but not least, il docente di pizza e panificati gluten free, Massimiliano Barnaba, con la sua collaboratrice Melita Lonardelli, ha illustrato le materie prime utilizzate e le modalità di lavorazione delle stesse necessarie per evitare contaminazioni del prodotto gluten free. Al termine dell'evento, uno spettacolare show coocking ha dato la possibilità di osservare le fasi di realizzazione di una pizza gluten free, incluse le tecniche da impiegare per realizzare un prodotto lievitato pur in assenza di glutine. "I nostri alunni faranno certamente tesoro di questo momento formativo in vista delle nuove richieste del mercato nel settore ristorativo, senza perdere di vista i sapori e i valori tipici della tradizione made in Italy", ha concluso la prof.ssa Ubaldo.


Immagini