DAI BANCHI ALLE STELLE: alla ricerca dello spazio. Reportage di un viaggio interspaziale nel tempo

di Francesco Catalano

DAI BANCHI ALLE STELLE: alla ricerca dello spazio. Reportage di un viaggio interspaziale nel tempo

Corato Attualità

letto: 49 volte 9 aprile 2018 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


DAI BANCHI ALLE STELLE

alla ricerca dello spazio

Reportage di un viaggio interspaziale nel tempo

a cura dei bambini delle classi quinte dell'Istituto Comprensivo "Tattoli- De Gasperi"



Diario di bordo

Giorno: 21

Mese: marzo

Anno terrestre: 2018

Ore: 9:35

Navicella spaziale: "Scuola Primaria don Ciccio Tattoli"

Spazioporto: "Scuola Primaria di Via Gravina "

Direzione: Cielo Stellato

Nella sfera di comando gonfiabile (PLANETARIO itinerante di Bari ) tutto é pronto: entriamo uno per volta, il nostro equipaggiamento leggero (il grembiule blu) ci consente una certa agilità nei movimenti.

Alloggiamo nelle nostre postazioni. Parte il count down e... salpiamo.

Sentiamo soffiare un vento spaziale.

Tutto intorno a noi é buio.

Poi improvvisamente migliaia di stelle ci vengono incontro. Ci avvolgono.

Navighiamo tra i pianeti del nostro sistema solare, la Luna, il Sole.

Scorgiamo lontanissimo le Galassie, le costellazioni con i segni zodiacali.

Lasciata la Terra, possiamo ammirarla dallo spazio.

Che spettacolo!

È un' esperienza entusiasmante, stiamo vivendo tante nuove esperienze e scoprendo dettagli impensabili: per esempio il Sole sorge alle 6:00 e tramonta alle 18:00, oppure il ciclo delle stagioni, il perielio e l’afelio, gli equinozi, i solstizi; individuare la Stella Polare, poi, è fantastico!

Scopriamo come si sono formate la Terra e la Luna; vediamo la Via Lattea, che è la nostra Galassia, rimpicciolirsi.

Andiamo a ritroso nel tempo e incontriamo l'astronauta che per primo toccò il suolo lunare, Neil Armstrong.

Da trattenere il respiro!

Il nostro viaggio dura appena un'ora terrestre, ma vale infiniti anni luce. Imparare in questo modo è super grandioso. Sarebbe meraviglioso studiare sempre così.

Grazie scuola per essere così come sei: seria ma anche fantasiosa. Sai stupirci sempre!