Io cambio, tu cambi, Andria non cambia !

di Irene Rella

Io cambio, tu cambi, Andria non cambia !

Andria Attualità

letto: 2853 volte 10 maggio 2016 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


Finalmente sono stati "assegnati" i famosi posti per gli addetti ai parcometri e chi ti trovo?

L'amico dell'amico, la moglie di... , il figlio di...., peccato non essere la nipote o la cugina di....

E' proprio vero cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia, eppure in campagna elettorale lo slogan era Andria cambia....!!!


Commenti


michele tedesco 18 maggio 2016 19:21

Comune di Bisceglie tariffe 1/3(al centro dalle ore 9,00 alle ore 13,00, si paga 1,60)di quelle nostre(al centro 1,20 all’ora), forse perché da noi si usa aggiudicare le gare di appalto ad un’unica ditta partecipante? Andria cambia, certo che cambia, dalle tariffe più basse d’Italia alle più alte, film già visto per la TARI, L’IMU e La TASI. Andria cambia e diventa campione D’Italia delle Tasse e balzelli vari, forse per favorire amici ed amici degli amici?

MICRO MONDI 17 maggio 2016 16:48

è la solita solfa ma non serve dare la colpa alla politica visto che noi cittadini la alimentiamo con il nostro comportamento se si vogliono cambiare le cose iniziamo a modificare noi stessi l’atteggiamento verso questa gente che va in giro a testa alta sapendo che alla prossima tornata elettorale tutta sta gente che scrive e che è indignata andrà ancora a votare continuate così e le cose non cambieranno mai, invece scegliete meglio chi deve rappresentarvi e se nessuno vi da fiducia fatelo voi scendiamo in campo non un movimento popolare fatto da gente onesta che tutti i giorni si sveglia per recarsi al lavoro, che paga le tasse e che vive di meritocrazia.

FRANCESCO ADDARIO 13 maggio 2016 08:26

il titolo sintetizza totalmente ciò che suucedeva, ciò che succede e ciò che succederà

Astro Labio 11 maggio 2016 11:00

ogni mondo è paese......gli amici degli amici.....sono ovunque......ma non sottoterra!!!!!!


NICA NICA 11 maggio 2016 10:42

Sarà sempre così non vi è alcuna alternativa. Sono pensionato ed ho visto tutta la mia vita sempre lo stesso modo, cioè prima i parenti, poi i raccomandati e per ultimo quando non c'è più spazio ai cittadini meritevoli.