Anche due studenti coratini dell'Itis "Jannuzzi" di Andria tra i primi 10 alle Olimpiadi di Chimica

di Comunicazione Itis Jannuzzi Andria

Anche due studenti coratini dell'Itis "Jannuzzi" di Andria tra i primi 10 alle Olimpiadi di Chimica

Corato Attualità

letto: 207 volte 10 giugno 2021 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


Un successo incredibile quello riportato dagli studenti dell’Itis “Jannuzzi” alle competizioni regionali delle Olimpiadi di Chimica: ben 7 posizioni conquistate tra i primi 10 piazzamenti, a dimostrazione dell’alta qualità dell’insegnamento, teorico e pratico, nella scuola andriese. Marianna Cannone (2° posto), Adriano Cannone (3° posto), Salvatore De Lucia (4° posto), Davide Di Gioia (5° posto), Tommaso Pio Zambetta (7° posto), Giulia Paradiso (8° posto) e Cataldo Leone (10° posto) hanno portato in alto il nome dell’istituto andriese in una competizione che vuole incentivare le attività degli studenti interessati alla chimica per mezzo della risoluzione autonoma e creativa di problemi chimici. Ottimo piazzamento anche per Andrea Sinisi (21° posto) su oltre 80 partecipanti in totale. Marianna Cannone potrebbe accedere ora alle finali nazionali che si terranno a Roma in rappresentanza della Puglia insieme al primo classificato. «I nostri studenti – commenta il dirigente scolastico Giuseppe Monopoli – hanno fatto onore all’impegno dei Docenti che si sono profusi per l'insegnamento della Chimica, preparando i ragazzi durante l'anno scolastico e raggiungendo risultati importanti nonostante le difficoltà legate alla pandemia. L’insegnamento teorico e laboratoriale si è dimostrato di ottimo livello, con l’intero Dipartimento di Chimica in prima linea per garantire una formazione a distanza e in presenza, quando possibile, eccellente. Aggiungo una nota personale di compiacimento per il 2° posto conquistato da una nostra alunna, in giorni in cui tanto si discute delle “propensioni” femminili: l’insegnamento di materie tecnico-scientifiche vede le nostre studentesse ottenere ottimi traguardi, con una presenza crescente negli anni e un interesse sempre maggiore anche durante le attività di orientamento».