Eroi scultorei – fascinose eroine – divini paesaggi

di Nicola Ventola

Eroi scultorei – fascinose eroine – divini paesaggi

Corato Attualità

letto: 745 volte 6 dicembre 2021 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


Questo è il titolo dell'evento culturale ospitato presso l'associazione “Cicres” il 4 dicembre.

Dante Alighieri è più che mai vivo nel settecentenario della sua morte! Un evento di letture il più possibile professionali, anche se di dilettanti, a cura dei soci che si sono avventurati nei percorsi tortuosi dell'Inferno-Purgatorio-Paradiso. Quando c'è passione e un minimo di professionalità i frutti sono copiosi! Coordinati dal Professor Franco Vangi, dieci soci, diligentemente volontari, si sono cimentati nella lettura di dieci brani tratti dalla Divina Commedia (Quattro dall'inferno, tre dal Purgatorio e tre dal Paradiso). Nel salone dell'associazione, alla presenza di un folto pubblico di soci, con adeguata attrezzatura tecnica di immagini e di sottofondi musicali, i lettori e le lettrici hanno profuso il meglio di sé nell'articolare ritmo, colore e sonorità dei multiformi versi danteschi: realistici dell'Inferno, soavi del Purgatorio, ineffabili del Paradiso. Percorsi non facili? Certo, ma la passione e l'impegno hanno supplito a talune complessità dei contenuti e prodotto un risultato alto e dignitoso oltre che una vibrazione non retorica, ma orgogliosamente italiana.

Franco Vangi ha proposto una introduzione densa e impegnativa, ma anche divulgativa finalizzata alla comprensione da parte del pubblico presente del complesso, ma fervido e trepidante mondo dantesco: una verità a tutto tondo e profondamente umana quella dei versi del sommo poeta! Non così difficili questi versi, come talvolta si crede, ma capaci di entrare nelle profondità della coscienza!


Immagini