Il Liceo Artistico Federico II alla cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico regionale

di Mariacarla Quaranta

Il Liceo Artistico Federico II alla cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico regionale

Trani Attualità

letto: 279 volte 28 ottobre 2021 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


Si è svolta ieri la cerimonia regionale di inaugurazione dell’anno scolastico 2021-2022, alla presenza del Ministro dell’Istruzione Bianchi e del Presidente della Regione Puglia Emiliano, presso il Castello Svevo di Trani. L’iniziativa, giunta alla terza edizione, in omaggio al grande imperatore Federico II, che ha vissuto e profondamente amato questa terra, lasciando ovunque le sue impronte, è stata intitolata “Stupor Mundi. Le meravigliose sfide della Scuola di Puglia”. In vista di tale ricorrenza il Liceo Artistico Federico II di Corato è stato selezionato per l’allestimento interno ed esterno di alcuni spazi del castello tranese. L’Istituto , così, si è messo subito al lavoro, trasformandosi in una fucina di idee e soluzioni concrete per abbellire la location prescelta: i vari indirizzi hanno operato parallelamente e in sinergia per la buona riuscita, dall’indirizzo Design Ceramica, che, in collaborazione con l’indirizzo Design del Legno, ha proposto la corte federiciana, sculture in ceramica, all’indirizzo Scenografia, che ha esposto il mascherone di Federico II fanciullo, opera che l’Istituto aveva realizzato in occasione del Carnevale coratino. Anche l’indirizzo Design Oreficeria ha partecipato all’iniziativa, realizzando un dono, con cui ha omaggiato il Ministro dell’Istruzione: una moneta interamente in argento che, in una faccia, riproduce un’antica moneta coniata al tempo di Federico II, nell’altra, il logo del Liceo Artistico coratino: due facce della stessa medaglia, passato e presente, il glorioso passato dell’imperatore svevo, definito già dai suoi contemporanei stupor mundi, giunge fino a noi a ricordarci che, anche se le sfide della società contemporanea e della Scuola, in particolare, sono tante, come la pandemia ha mostrato, non bisogna mai smettere, come Federico II ci ha insegnato, di avere un atteggiamento propositivo, sperimentatore e innovatore, affinchè la scuola possa essere sempre luogo di crescita e formazione delle generazioni future.

Immagini