Dialogo su forme e colori al "Federico II":le risposte a “regola d’Arte” del Dipartimento Inclusione

di Marina Cialdella

Dialogo su forme e colori al "Federico II":le risposte a “regola d’Arte” del Dipartimento Inclusione

Corato Attualità

letto: 222 volte 14 gennaio 2018 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


Il mio disegno non era il disegno di un cappello. Era il disegno di un boa che digeriva un elefante. Bisogna sempre spiegarle le cose ai grandi”.

Antoine DE SAINT-EXUPERY, Il piccolo Principe

“Ogni nuovo mattino, uscirò per le strade cercando i colori”.

Cesare PAVESE, Lavorare stanca

Il Dipartimento Inclusione dell’I.I.S.S. “Federico II – Stupor Mundi” di Corato, diretto dal prof. Savino Gallo, ha fatto sentire la sua voce nelle giornate di Open Day del 17 dicembre 2017 e del 14 gennaio 2018. Il “dialogo” su forme e colori, proposto nell’occasione, ha avuto come interlocutori privilegiati gli alunni delle Scuole Secondarie di primo grado di Corato e del territorio limitrofo.

E’ notorio come i colori siano vita e parlino di vita: sono nei nostri luoghi fisici e mentali, rendono manifeste le nostre emozioni e rimandano a sentimenti di passione, speranza, vuoto, equilibrio…

E’ notorio, altresì, come le immagini raccontino, spesso più delle parole, il proprio mondo esistenziale e aiutino a ritrovare il filo di Arianna nel labirinto degli stimoli sempre più caotici del nostro tempo.

Alla luce di questi assunti, punti di forza dell’offerta formativa del Liceo Artistico e del Professionale per l’Industria e l’Artigianato, sono stati attivati - prioritariamente in favore degli alunni con bisogni educativi speciali - quattro workshop, già avviati durante le attività inclusive - curriculari e completati assieme al pubblico dei potenziali studenti:

  • “CartArte”: sono stati creati moduli di origami con cui sono stati costruiti oggetti di design dalle forme scultoree;
  • “Le forme di Munari”: ispirate alla scultura “Aconà Biconbì” del poliedrico artista Bruno Munari, sono state realizzate - con cartoncini di vari colori - corone circolari che, assemblate, hanno originato prodotti unitari differenti (vassoi, lampade, decorazioni..);
  • “Intrecci d’Arte”: una sorta di “pittura parlante” attraverso cui i visitatori sono stati invitati a fermare un momento di sé su una quinta di parete attrezzata come fosse un foglio;
  • “Alchimia d’Arte”, dal dire, al fare…: sono stati ricavati, da componenti edibili, colori acquerellabili e, dall’estratto del cavolo rosso, l’indicatore di pH.

Le suddette proposte, che a titolo esemplificativo hanno mostrato le notevoli potenzialità della Scuola, sono state accumunate da un filo rosso: l’Arte, in tutte le sue poliedriche espressioni teoriche e laboratoriali, è un ponte per il conseguimento di conoscenze, abilità e competenze che rendono i ragazzi più consapevoli della propria storia individuale e collettiva, anche in prospettiva occupazionale.

Per qualsiasi informazione rivolgersi alla Segreteria Didattica, aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e il martedì anche nel pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00, o alla docente Marina Cialdella, funzione strumentale Area Successo Formativo e Inclusione.

Le iscrizioni sono aperte a partire dal 16 gennaio p.v. e possono essere presentate anche on-line, attraverso il seguente link: http://www.iscrizioni.istruzione.it


Immagini