NULLA SUCCEDE PER CASO: VERSO IL 21 MARZO

di Marisa Cascarano

NULLA SUCCEDE PER CASO: VERSO IL 21 MARZO

Corato Attualità

letto: 161 volte 10 marzo 2018 Non raggiunti il minimo di 3 voti.


NULLA SUCCEDE PER CASO: VERSO IL 21 MARZO

Sarebbe stato un normale 8 marzo consumato nella consueta ritualità delle celebrazioni, se la voce narrante di Nunzia Antonino, accompagnata dalla fisarmonica di Vince Abbracciante, non avessero trasformato la memoria dei morti in ‘MEMORIA VIVA’ al Teatro Comunale di Corato, gremito di studenti e di studentesse delle scuole superiori, che hanno scelto così di vivere questa giornata come un punto di partenza per quella che sarà la marcia contro tutte le mafie promossa da Libera il 21 marzo a Foggia sul tema Terra, solchi di verità e giustizia.

Non è un caso l’adesione della nostra scuola a questo evento, promosso dal Comune di Corato e dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione, poiché risponde al necessitante impegno di cominciare a tracciare solchi di verità e giustizia anche nella e per la nostra terra, ricordando, con le parole di Don Ciotti che “ la memoria occorre che si trasformi in memoria viva per poter costruire una società diversa, formata da persone che si oppongono, non solo a parole, ma con le scelte e i comportamenti, alle ingiustizie, alle violenze, alla corruzione.”

Il reading, curato dal Teatro Pubblico Pugliese, ha coinvolto in un assordante silenzio gli studenti, interpretando magistralmente il libro, non a caso, di una donna, Daniela Marcone, che ha dato voce e corpo a tanti nomi, con storie e vite spezzate dall’arroganza e dalla violenza cieca e sorda di una mafia che sempre di più s’insinua fra le pieghe della società, istituzioni comprese, rendendo sempre più difficile distinguere un limen, un confine fra la legalità e la delinquenza criminale.

Il percorso ha avuto seguito, il giorno dopo, presso Auditorium dell’IISS ‘Federico II stupor mundi’, nell’incontro con l’autrice, Daniela Marcone, figlia di una vittima delle mafie in Puglia, che ha ricondotto l’attenzione degli studenti presenti, sulla necessità dell’impegno di ciascuno di noi a costruire una società diversa, opponendo non solo a parole, ma con azioni e scelte, il miglioramento e il cambiamento.

La scuola si fa autentico volano per la cittadinanza attiva, scegliendo di narrare una pagina di storia che ancora s’impone alle nostre coscienze .

L’IISS Federico II ha scelto un percorso, condiviso e supportato dal Dirigente Scolastico Savino Gallo, che vede l’adesione valoriale della Comunità Educante del Liceo Artistico a Libera e la partecipazione di sessanta studenti, di genitori e docenti, in rappresentanza del nostro Istituto, alla marcia che si terrà a Foggia.

Prof.sse Barbara Bruni, Mariella Capobianco, Marisa Cascarano , Pia Lafasciano

Liceo Artistico ‘Federico II Stupor mundi’- Corato